L’Informazione di San Marino, l’editoriale di Marino Cecchetti: “Cornuti e Mazzinati”

MARINO CECCHETTI – La “tangentopoli sammarinese” è finita a «Tavolucci e vino» ha spiegato “Il Baracucco” dopo che in Tribunale è stata letta la sentenza d’appello del Conto Mazzini, recepita come un ‘tana, liberi tutti.

Il Governo, secondo le opposizioni, ha raggiunto così l’obiettivo principale messo nel mirino ancor prima delle ultime elezioni politiche, con l’attuale maggioranza. Già sono passate all’incasso le ‘forze oscure’ che  potrebbero aver  collaborato alla riuscita dell’operazione?

I partiti di opposizione, i sindacati e le associazioni in genere della società civile, hanno reagito con prese di posizione deboli, mal poste, praticamente innocue.

Più incisivamente stanno reagendo a livello personale singoli cittadini.

Emilio Della Balda, il 15 marzo scorso sulla sua pagina Facebook: “Giustizia bendata e sorda, imprenditori del nulla, faccendieri spregiudicati, ladroni incalliti, dirigenti pubblici compiacenti, banchieri corrotti, cricca padrona, chiesa distratta e silenziosa, hanno reso facile il saccheggio della finanza pubblica e privata”.

Lonfernini, il 18 marzo scorso su questo stesso giornale: “Per oltre vent’anni il paese è rimasto ingessato e preda di affaristi senza scrupoli che hanno compromesso la sua stabilità e la sua onorabilità”.

Della Balda, Lonfernini e in genere chi, come il firmatario di questo articolo, ha una certa età, “Il Baracucco” li bolla (ci bolla!) impietosamente: «cornuti e mazzinati».

Purtroppo c’è poco da ridere. È un autentico dramma quello che noi stiamo vivendo. Sì, perché consegniamo alle nuove generazioni un Paese ridotto a un cumulo di macerie, con un debito pubblico stratosferico, e, per giunta, fra le spire di una piovra che per istinto soffoca tutto quel che riesce ad avvinghiare.

 

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino pubblicato integralmente dopo le 21

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy