San Marino. Congresso di Stato: nuovo ospedale: finanziamenti da Emirati arabi?

Congresso di Stato, dagli Emirati Arabi finanziamenti per il nuovo Ospedale e per una Accademia internazionale di robotica chirurgica

Ciavatta smentisce le voci sui privilegi del nuovo Dg Iss Bevere, la cui collaborazione “porterà presto i primi risultati”

Nell’apertura dedicata alla situazione Covid, nella Conferenza Stampa del Congresso di Stato il Segretario di Stato alla Sanità Roberto Ciavatta accenna ai Farmaci di contrasto al Covid. Il Governo, ha detto, sta lavorando col Centro Farmaceutico per il reperimento di tali farmaci ma, rimarca, “si tratta di farmaci approvati in via sperimentale che hanno un numero elevato di interazioni con altre medicine, e la loro somministrazione dovrà essere dettagliatamente verificata dai medici”. Sulla sua visita a Dubai e l’incontro col Ceo di una grande holding che opera sulla sanità, Ciavatta spiega che potrebbe svilupparsi una cooperazione “anche in termini di finanziamento di progetti tra cui il nuovo Ospedale, ma anche per una Accademia internazionale sulla robotica chirurgica, sulla quale stiamo lavorando da qualche settimana col nuovo Direttore Generale dell’Iss Francesco Bevere, e per un progetto di genomica che coinvolge una compagnia con sede a Dubai e San Marino”. Il Segretario poi rimanda al mittente quelle che definisce “insinuazioni”, apparse su alcuni organi di stampa, “rispetto a privilegi e prebende che sarebbero riferiti al dott. Bevere”. Ciavatta sottolinea che Bevere al momento è alla ricerca di un appartamento perché vuole risiedere a San Marino, e “si sposta attraverso i mezzi pubblici”. La collaborazione del nuovo Dg, prosegue il Segretario Ciavatta, porterà già nelle prossime settimane i primi risultati, “anche in vista “dell’adempimento annuale sugli obiettivi del Comitato esecutivo Iss che coinvolgono anche altre Segreterie”.

Dopo aver ricordato la lettera del presidente Mattarella ai Capitani Reggenti, il Segretario di Stato al Lavoro Teodoro Lonfernini rassicura che “il lavoro di completamento dell’avvicinamento all’Europa tramite l’Accordo di Associazione, deve essere una delle priorità sotto cui costruire il futuro del Paese”. Sulle polemiche relative alla Centrale del Latte, Lonfernini spiega che “due anni di interlocuzioni con la Cooperativa latte non hanno portato a ciò che si sperava” per cui si è deciso di istituire un bando per un futuro giusto, corretto e dimensionato dell’attività. Risponde poi al Capitano di Castello di Chiesanuova sulla chiusura della filiale di Carisp, ribadendo che “anche se Carisp è di proprietà pubblica ha una sua autonomia di gestione e valutazione del piano aziendale e territoriale su cui il governo non può intervenire”.

 

Articolo tratto da L’informazione di San Marino, pubblicato integralmente dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy