San Marino. Terzo grado, possibile amnistia

Questa legislatura si ricorderà per il debito pubblico, ma anche per la questione giustizia.

MARINO CECCHETTI – Questa legislatura si ricorderà per il debito pubblico, ma anche per la questione giustizia.

Il 12 luglio 2021 in Consiglio Grande e Generale Luca Boschi ha affermato che l’attuale governo è stato ‘confezionato’ da un giudice in forza al nostro Tribunale, la dr.ssa Valeria Pierfelici, per tanti anni magistrato dirigente. Senza che – ecco lo scandalo – ci siano state indagini, nei rispettivi ambiti, né dello stesso CGG né del magistrato dirigente attuale, prof. Giovanni Canzio.

Poi c’è il processo Conto Mazzini che vede alla sbarra politici anche molto noti. Se si va a scorrere la lista dei reati per cui questi sono stati rinviati a giudizio (29 giugno 2017, sentenza di primo grado) si vede che c’è una costante: riciclaggio. Ebbene il Collegio Garante della Costituzionalità delle Norme (prof. Giuseppe de Vergottini, presidente) il 2 agosto 2021 ha  diffuso una reinterpretazione di detto reato – devastante per la lotta al riciclaggio! – che potrebbe influire sulla sentenza di secondo grado, fino a stravolgere la precedente.

E c’è dell’altro. Mentre si attende appunto la sentenza di secondo grado del processo Conto Mazzini riguardante fatti risalenti anche a una quindicina di anni fa, ebbene il governo di cui ha detto Boschi, il 28 gennaio 2022 ha avviato l’iter legislativo per introdurre, nel nostro ordinamento, il terzo grado di giudizio. Allungando così il percorso dei processi penali. Ma ‘dimenticando’ – se non andiamo errati – di bloccare la prescrizione. Per cui, per gli imputati del Conto Mazzini e di processi similari, il terzo grado potrebbe tradursi in una  amnistia di fatto.

I contrarissimi alla prescrizione per i reati con danno allo Stato, fra cui gli aderenti a Rete? Spariti.

La denuncia Boschi? Come non avvenuta.

Avanti verso la ‘amnistia’?

Articolo tratto da L’informazione di San Marino pubblicato integralmente dopo le 18

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy